In questo gruppo sono descritti gli interventi che causano un danno vero e proprio, a volte reversibile, delle vie nervose sensitive o autonomiche, considerando che in queste ultime sono coinvolte sia le vie efferenti ortosimpatiche o parasimpatiche, sia le vie afferenti sensitive che viaggiano lungo il sistema simpatico. La lesione, indotta mediante radiofrequenza continua o farmaci cosiddetti neurolitici, determina una vera e propria anestesia o una perdita di funzione nel territorio o nei visceri innervati.

I corsi "LE NEUROLESIONI A RADIOFREQUENZA CONTINUA" e "INTERVENTI SUL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO" saranno presto on line. Programma e info sul sito www.ceoformazione.it