E’ noto che con l’età aumentano direttamente (forse è meglio dire esponenzialmente) determinate patologie, che assumono carattere di cronicità. Il clinico deve pertanto imparare ad approcciarsi alle varie malattie con specifica attenzione alla eterogeneità clinica dell’anziano; non deve inoltre trascurare le comorbilità di cui è afflitto e che determinano un’ulteriore difficoltà per la corretta gestione clinica. In questa sezione verranno trattate le principali patologie internisitiche dell’età geriatrica, quali il diabete, l’ipertensione e lo scompenso cardiaco (etc.)